Diritti Umani

4D RIM


Dignità umana, libertà, democrazia, uguaglianza, Stato di diritto e rispetto dei diritti umani sono valori che sono saldamente ancorati nei trattati dell'UE. La Carta dei diritti fondamentali ribadisce con forza e chiarezza i diritti dei cittadini europei.

Migrazione


La Commissione sta elaborando una politica comune in materia di migrazione e asilo per gestire la crisi dei rifugiati che aiuterà l’Europa a cogliere le opportunità e affrontare le sfide connesse all’aumento della mobilità transfrontaliera. Occorre:

  • proteggere coloro che hanno bisogno di un riparo
  • contrastare la migrazione irregolare
  • salvare vite umane in mare e garantire la sicurezza delle frontiere esterne dell'UE
  • garantire la libera circolazione delle persone all’interno dello spazio Schengen
  • organizzare meglio la migrazione legale
  • integrare meglio i cittadini di paesi extra-UE nella società europea

Crescita


Le politiche strutturali sono intese a promuovere la coesione economica, sociale e territoriale nell'UE, sostenendo la creazione di posti di lavoro, la competitività, la ricerca e l'innovazione e lo sviluppo sostenibile, nonché migliorando la qualità della vita dei cittadini europei. La coesione, l'agricoltura, la pesca e i trasporti sono settori nei quali l'Unione ha voce in capitolo. Uno degli obiettivi prioritari dell'UE consiste nel ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle regioni. La politica agricola comune mira a garantire agli agricoltori un tenore di vita equo e ad assicurare la disponibilità dei prodotti a prezzi ragionevoli per i consumatori, promuovendo al contempo pratiche sostenibili. La politica comune della pesca è finalizzata a garantire una pesca e un'acquacoltura sostenibili, nonché redditi e occupazione stabili per tutti i produttori, avvalendosi di misure di mercato e finanziarie a sostegno di tali obiettivi. Oggi la mobilità sostenibile, unitamente all'apertura dei mercati dei trasporti e alla creazione della rete transeuropea dei trasporti, rappresenta una sfida importante. Il turismo, la cultura, l'istruzione e lo sport sono settori nei quali l'Unione svolge un ruolo attivo.

Protezione dei Consumatori


Le misure europee di protezione dei consumatori mirano a tutelare la salute, la sicurezza e gli interessi economici e giuridici dei consumatori europei, ovunque essi vivano, si rechino o facciano acquisti nell'UE. La legislazione dell'Unione disciplina sia le operazioni fisiche che il commercio elettronico e contiene norme di applicabilità generale unitamente a disposizioni riguardanti prodotti specifici, tra cui i medicinali, gli organismi geneticamente modificati, i prodotti del tabacco, i cosmetici, i giocattoli e gli esplosivi.

Protezione Sociale


Il ruolo e la composizione del comitato per la protezione sociale sono illustrati all'articolo 160 del trattato sul funzionamento dell'UE.

Il comitato promuove la cooperazione in materia di politiche di protezione sociale tra i paesi dell'UE e con la Commissione. Inoltre, controlla le condizioni sociali nell'UE e lo sviluppo delle politiche di protezione sociale negli Stati membri. Riferisce in materia di inclusione sociale, assistenza sanitaria, assistenza a lungo termine e pensioni. Il comitato:

  • prepara le discussioni in merito alla relazione annuale congiunta sulla protezione sociale e l'inclusione sociale;
  • elabora relazioni e pareri e svolge altri compiti nel suo ambito di competenza su richiesta del Consiglio, della Commissione o di propria iniziativa;
  • è la sede per lo scambio di conoscenze tra gli Stati membri e la Commissione sull'inclusione sociale, l'assistenza sanitaria, l'assistenza a lungo termine e le pensioni.

Il CPS è composto da due delegati per ciascuno Stato membro e da due per la Commissione. Elegge il proprio presidente.

Ambiente e Cambiamento Climatico


L'UE ha fissato i suoi obiettivi per ridurre progressivamente le emissioni di gas a effetto serra fino al 2050.

Gli obiettivi fondamentali in materia di clima e di energia sono stabiliti nel:

La definizione di questi obiettivi aiuterà l'UE a compiere il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio entro il 2050 come indicato nella apposita tabella di marcia.

L'UE segue i progressi ottenuti nella riduzione delle emissioni grazie a una regolare attività di monitoraggio e di relazione.

Prima di proporre nuove politiche, la Commissione ne valuta attentamente i potenziali impatti.

Sicurezza


Il trattato di Lisbona conferisce una grande importanza alla creazione di uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia, introducendo diversi nuovi elementi importanti: una procedura decisionale più efficace e democratica in risposta all'eliminazione della precedente struttura a pilastri, maggiori poteri della Corte di giustizia dell'UE e un nuovo ruolo dei parlamenti nazionali. I diritti fondamentali sono rafforzati da una Carta dei diritti fondamentali divenuta giuridicamente vincolante per l'UE.

Futuro dell'Europa


I capi di Stato o di governo dell'UE si sono riuniti il 25 marzo 2017 a Roma per celebrare il 60º anniversario dei trattati di Roma. È stata un'occasione per compiere una riflessione sullo stato dell'Unione europea e guardare al futuro del processo di integrazione.

Nella dichiarazione di Roma, adottata al termine delle celebrazioni, i leader hanno definito una visione comune per gli anni a venire. Hanno promesso di adoperarsi per:

  • un'Europa sicura in cui tutti i cittadini possano circolare liberamente, con frontiere esterne protette e una politica migratoria efficace
  • un'Europa prospera e sostenibile che promuova la crescita sostenuta e sostenibile, con un mercato unico forte
  • un'Europa sociale che combatta la disoccupazione, la discriminazione, l'esclusione sociale e la povertà
  • un'Europa più forte sulla scena mondiale che sviluppi i partenariati esistenti e ne istituisca di nuovi, impegnata a rafforzare la sicurezza e la difesa comuni

La dichiarazione di Roma rappresenta la conclusione del processo di riflessione politica avviato il 16 settembre 2016 a Bratislava a seguito dei risultati del referendum nel Regno Unito nel giugno 2016.

#EE2019

Elezioni Europee del 2019

Ambassador School

Progetto del Parlamento Europeo

4D RIM

ITE-LL Gadda Rosselli

4D RIM

Backstage


La lcasse 4D RIM ha partecipato durante l'anno scolastico 2017-2018 a diverse iniziative volte ad accrescere la conoscenza dell'Europa e delle Istituzioni Europee.